Alla ricerca della mineralità


Nel 2017 parte il progetto “Alla ricerca della Mineralità nei terroir italiani” in collaborazione con il laboratorio Excell Iberica e i produttori italiani delle diverse regioni che vogliono aderire alla rete. Si tratta di un progetto applicativo che trasferisce i risultati degli studi sulla percezione aromatico-gustativa della mineralità (marker e descrittori) nella pratica dell’industria enologica.
Grazie ai nostri protocolli di vinificazione creati ad hoc si effettueranno dei test presso le cantine e, raccolti i dati e verificate le differenze di espressione della mineralità dei vini a confronto, le analisi saranno a disposizione di tutti i partecipanti con momenti di condivisione e discussione tecnica.

>>> vai alla descrizione completa del progetto

per maggiori informazioni: laboratorio@tebaldi.it

LE BASI DEL PROGETTO
Il progetto trova le sue basi tecnico-scientifiche grazie agli studi condotti dal Laboratorio Excell Iberica (Logroño, RIOJA, Spagna) e ai panel di degustazione organizzati da Outlook Wine (Barcellona, Spagna).
Per Excell Iberica ha presentato ad Enoforum il Prof. Antonio Palacios (Investigación Científica Mineralidad en vinos – Composición quimica del vino y su percepción de mineralidad, 2015 – Antonio Palacios, Envira Zaldivar et al.

IL MESSAGGIO PER IL SETTORE ENOLOGICO ITALIANO
La mineralità esiste, è una metafora di un carattere complessivo ed è collegata a diversi fattori oggettivi, sia di valenza gustativa che olfattiva. Esistono tecniche per accentuarla dove utile, con risultati riproducibili di anno in anno grazie a strategie di vinificazione favorevoli. È inoltre un concetto di tendenza in diversi mercati.

A CHI E’ RIVOLTO
• Ai tecnici di cantina interessati a fare esperienza nelle proprie vasche.
• Ai titolari di azienda, responsabili commerciali e marketing per la mineralità sui propri vini.

L’OBIETTIVO DEL PROGETTO
Fare un’esperienza tutta italiana e approfondita nei diversi vitigni sul concetto mineralità, con l’applicazione di protocolli tecnici studiati ad hoc e la condivisione finale collegiale dei risultati, per fornire a tutti i partecipanti il know how derivato.

I VANTAGGI DELL’APPLICAZIONE
• Si sperimenta un concetto di tendenza sul mercato per via tecnica.
• Il tecnico sceglie i protocolli di più facile applicazione sui propri vini.
• L’azienda è seguita dal referente tecnico Tebaldi di zona e dal gruppo tecnico aziendale.
• L’azienda apprende le strategie di vinificazione favorevoli alla mineralità anche per riprodurle gli anni successivi.
• L’azienda conferisce i campioni per le analisi al referente tecnico Tebaldi (alcuni litri).
• Le analisi chimiche e sensoriali su tutti i vini partecipanti al progetto e della stessa varietà saranno condivisi tra tutti i partecipanti in forma anonima.
• L’applicazione pertanto implica modesto impegno e grande condivisione.

IL VOSTRO REFERENTE
Un tecnico enologo di Tebaldi a disposizione per spiegare i protocolli e accompagnare nelle scelte in base al vino e alle peculiarità di cantina.

LE FASI DEL PROGETTO
• Segnalazione interesse al responsabile tecnico di zona e visione materiali a supporto.
• Raccolta adesione.
• Discussione protocolli con personalizzazione e ordine prodotti.
• Test su vasche.
• Raccolta campioni.
• Degustazione e condivisione analisi.

MATERIALI A SUPPORTO
Ad ogni azienda partecipante vengono forniti:
• Presentazione del progetto con risultati degli studi condotti da Excell Iberica.
• Protocolli di vinificazione.
• Istruzioni per la preparazione dei campioni.

I TEMPI
Applicazione dei protocolli durante la vendemmia.
Periodo raccolta dei campioni: novembre – dicembre.

DA UN’IDEA DI
L’idea è dell’azienda Tebaldi che propone soluzioni innovative e di tendenza ai propri clienti.
Il progetto viene svolto in collaborazione con AB Biotek, la nuova divisione del gruppo AB Mauri dedicata alle industrie fermentative (www.abbiotek.com) e con il laboratorio Laboratorios Excell Ibérica S.L. (Logroño, Spagna, www.excelliberica.com)